profilo

Dopo la morte di A. Moro, sbigottimento e smarrimento conobbero  quanti amici e simpatizzanti lo avevano conosciuto ed acclamato ; pochi resistettero  al silenzio sulla figura del politico, leader,  amico,  cercando di conservare e tramandare memoria della sua vita,  idee e  sentimenti.

A Turi, dove Moro veniva, anche,  come amico del prof. Raffaele Resta, sorse nel 1980, per volontà di simpatizzanti   ed amici come Maggiolini Simeone l’idea, sostenuta anche da donna Eleonora Moro, di mettere su un Centro Studi per favorire la conoscenza e la figura dello Statista tragicamente scomparso.

L’Amministrazione comunale”, sindaco V.D. Valentini,  ha intitolato ad Aldo Moro la piazza del “treppizzo”.

lapide posta in piazza Aldo Moro a Turi (BA)Il Centro Studi Aldo Moro ufficialmente è inaugurato il 9 maggio 1992  da donna Eleonora, moglie dello statista (1916-2010); in quella occasione fu scoperta la lapide in bronzo dell’on. Moro sull’abitazione della famiglia Stefanachi-Tinelli, prospiciente la piazza omonima, alla presenza del sen. Giuseppe Giacovazzo, del Sindaco di Turi Nicola De Grisantis e di autorità locali.

Il Centro si prodiga e si impegna a mantenere viva la memoria, facendo visita anche a Torrita Tiberina, alla tomba del professore, davanti alla quale, per iniziativa di Simeone Maggiolini, furono collocati due vasi realizzati con pietre raccolte dai corrieri postali della circoscrizione Bari-Foggia; ogni pietra proveniva dal paese o città dei corrieri; il terreno contenuto nei vasi era stato portato dalla Puglia, come espressamente voluto da donna Eleonora; gesti simbolici per ricordare l’origine pugliese di Moro.

9 maggio 2008 - Roma

9 maggio 2008 – Roma

Nel 2003, il 23 Settembre, viene realizzato un francobollo commemorativo della nascita dell’on. Moro, presentato alla Camera dei Deputati e realizzato l’annullo alle Poste di Turi. a spese della famiglia Maggiolini.

Il 23 Settembre 2008, alla presenza di Agnese e di Mino Martinazzoli, a Turi, ricordando il pensiero dello Statista, è presentato un busto in pietra di Balsignano (Modugno) scolpito dall’artista turese Stefano Rossi e donato al Comune di Torrita Tiberina, Sindaco Ilario Caprioli. Ilario Caprioli, legato fortemente alla figura di Moro, ha sempre manifestato attaccamento alla memoria dell’onorevole pugliese, caldeggiando e sostenendo le iniziative commemorative del Centro Studi sia nella sua città che a Turi, dove si è portato per testimoniare il suo entusiasmo a partecipare.

Il Centro studi ha indicato la dott.ssa Mariagrazia Susca come meritevole  di una borsa di studio in onore del professore, voluta dall’Ass. donne DC.

Il Centro Studi, inoltre, si è dotato di un album fotografico con immagini di Moro nelle vesti di politico, professore e padre; tali documenti fotografici sono stati oggetti di mostre anche in occasioni particolari come la visita del Presidente Napolitano al carcere di Turi, nel  maggio 2011.

Torrita Tiberina 2008Il 9 maggio, giorno della uccisione dell’on. Aldo Moro, e il 23 Settembre data della sua nascita sono appuntamenti in cui  il Centro Studi realizza incontri, dibattiti, visite a Roma e a Torrita T., sempre nello spirito di tenere viva la memoria di un uomo semplice ma carico di attenzione per l’umanità e il mondo sempre in divenire.

Annunci